Da ben due anni (e tutt’ora) ho avuto la grande fortuna di lavorare presso uno studio fotografico è stare accanto ad un vero professionista del settore.

Non è tutto rose e fiori questo è sicuro, c’e chi pensa che sia tutto facile tanto che ci vuole ha fare “Click”? Con le reflex di ora è tutto piu semplice!!! Questo è il pensiero di tutti o della stragrande maggioranza delle persone che non fanno parte di questo settore.

Riuscire a gestire un matrimonio non è una cosa molto semplice, perchè non è racchiuso solo nel fare le foto agli sposi, ma bisogna stare attenti a gestire i tempi , gestire gli sposi, gestire i parenti , insomma se non si è bravi a prendere la situazione in pugno non se ne esce vivi.

Perchè dico questo? Perchè in queste giornate infernali la gente è presa dalla premura , dall’ansia , è stressata piu che mai , quindi si deve stare anche attenti a come chiedi le cose senza stressare i diretti interessati.

In questi casi cosa si fa? Come si ci deve comportare? Qui entra in gioco quello che ormai è di uso comune ormai nei matrimoni il “REPORTAGE”.

collage

Cosa è sto reportage? Non è altro che immortalare i momenti più salienti nei preparativi o tutto ciò che succede nell’arco della giornata passata con gli sposi indisturbatamente , è credetemi che escono fuori delle situazioni spontanee molto belle,anche perè non c’e nulla di studiato sia nelle pose sia nei sorrisi che nelle movenze. Ovviamente quello che dico a molti amici fotografi non possiamo fare in un matrimonio solo reportage ma purtroppo ci sono le classiche foto che diciamo così da “copione” si devono fare, anche perchè nell’album la foto con i propri genitori o comunque dei bei ritratti impostati fanno sempre piacere rivederli.

Ovviamente bisogna avere un corredo di ottiche adeguato molto luminose. Quelle che uso io per la maggiore sono :

  • 17-40mm F4 ( un grandangolo ottimo sia per le foto di gruppo che per le panoramiche).
  • 70-200mm F2.8 (un teleobiettivo ci vuole sempre specialmente per ritratti o per appunto il Reportage a distanza senza farsi vedere così da non disturbare o far imbarazzare chi viene fotografato così da venire piu naturale possibile).
  • 85mm F1.8 (utilizzato per ritratto).
  • 24-120mm F4 (lo uso come tutto fare per qualsiasi situazione).

Poi ovviamente parliamoci chiaro possiamo avere tutte le lenti del mondo l’importante è saper usare la creatività per non incappare in foto banali o fotocopie di altri fotografi , tutto questo unito anche ad una buona post-produzione che non deve mai mancare. Chi dice che già la foto deve uscire bella è perfetta dalla reflex con una perfetta esposizione per me è solo una grande “Cavolata” , perchè se si scatta una foto ben esposta ma poi ha un taglio orribile (come per esempio piedi tagliati in un ritratto intero, oppure uno scatto senza proporzioni) sarà orribile da vedere comunque anche se è ben esposta. E poi parliamoci chiaro chi dice questo forse non sa che il file jpeg che genera la reflex è un file finito e post prodotto dalla macchina stessa dove difficilmente puoi recuperare qualcosa a meno che non si scatti in Raw (non a caso hanno inventato il negativo digitale proprio per recuperare luci ombre esposizione e quant’altro).

Comunque lasciando stare le mie personali riflessioni sulla fotografia generica , volevo dire a tutti coloro che volessero intraprendere questo mestiere che prima di tutto bisogna studiare molto avendo un buon bagaglio personale, poi se si ha la fortuna  di fare da secondo fotografo presso un professionista è ancora meglio perchè non c’e corso migliore del campo di battaglia.

Ma non finisce mica qui , dopo la chiusura della stagione c’è l’altra parte della medaglia è cioè :

  • Selezionare tutte le foto migliori dei singoli matrimoni.
  • Correzione dei migliori scatti in post-produzione
  • Ovviamente c’è anche la parte video da curare nei minimi dettagli.
  • Gli sposi verranno da voi a chiedervi di visionare gli scatti scelti da voi per vedere se sono d’accordo con la vostra scelta (cosa che molto spesso accade) quindi perderete pomeriggi interi con loro è credetemi c’e da uscire pazzi.
  • Gli sposi molto spesso vi chiedono da voi tutti gli scatti originali (e vi consiglio vivamente di farglieli avere a bassa risoluzione cosi da non farseli stampare da terze parti).
  • Cercate di non accontentare troppo gli sposi perche altrimenti è finita, vi tortureranno per qualsiasi cosa, quindi per le cose extra fatevi pagare senza regalare nulla o proprio lo stretto necessario.

Insomma per me è il lavoro piu bello del mondo perchè lo faccio con passione ma lo stress ragazzi miei è elevatissimo, non è per niente facile avere a che fare con gli sposi anche se per fortuna non sono tutti stressanti…

Però quando finisci un matrimonio è ti senti dire che sono rimasti contentissimi per aver scelto te per la tua simpatia , per la tua professionalità , è per i tuoi scatti credetemi che tutta la stanchezza della giornata non la senti piu.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...